Da qui:http://3dprintingindustry.com/2014/06/02/san-francisco-3d-printed/ [ed altre fonti]

Autodesk e steelbluellc hanno realizzato uno spettacolare plastico della cità di San Francisco. Il tutto stampanto ovviamente in 3D. Tale plastico è costituito da115 blocchi distinti e poi opportunamente assemblati, realizzati con 2 Object Connex500, risoluzione di 16 micron.

Il compito di ricreare la cittàè stato commissionato da Tishman Speyer, che aveva bisogno di un aiuto visivo per raccontare la storia dello sviluppo urbano a sud del quartiere denominato “SOMA”, una ampia area della città che comprende magazzini, negozi, loft e condomini ed è sede di alcuni grandi nomi della tecnologia [Twitter, Foursquare, Dropbox, Wired, Yelp, Zynga, ecc].

Utilizzando dati di fotogrammetria, urbanistica e architettonica, il plastico include molti punti di riferimento della città [ad esmepio: AT & T Park, Ferry Building, San Francisco Museum of Modern Art].

Questo plastico lo guarderei per ore, e spero di poterne far vedere e produrre, a breve, di simili per architetti e modellisti.

San Francisco stampata in 3D

San Francisco stampata in 3D

Per produrre la stampa in 3D ci  sono voluti circa due mesi.

Quale è l’utilità di un plastico di questo tipo e livello di dettaglio? Ad esempio può dare idea della pianificazione urbana e dello sviluppo dei progetti architettonici  già intrapresi dalla città, tra cui il Transbay Transit Center.

La stampa mostra come potrà apparire la città al termine di alcuni importanti lavori, nel 2017.

I blocchi stampati sono tutti opportunamente separati, per poter essere sostituiti allo scopo di visualizzare il possibile risultato di varianti.

Il modello ha poi altro utilizzo: usato insieme ad un proiettore, opportunamente montato sopra alla mappa: i progettisti possono visualizzare, proiettandole, strade, linee della metro, flussi di traffico.

E’ in sviluppo anche un nuovo metodo di stampa in materiale trasulcido, che permetta alle immagini da sovraimprimere di essere proiettate da sotto, non da sopra come avviene ora.

Questo filmato parla molto meglio di tutte le mie parole: http://player.vimeo.com/video/96664486?title=0&byline=0&portrait=0

Oltre alla sua utilità per sviluppatori e organizzatori urbani, comunque, il modello rimane impressionante anche per comuni visitatori: la qualità dei dettagli presenti, oltre alla quantità di blocchi realizzati, non possono che lasciare affascinati, specie se unita a visualizzazioni particolari, come la proiezione dei nomi delle strade.

Il Presidente di Steelblue, O’Brien Chalmers, spiega come i pianificatori aiuti il progetto della città: Per sviluppatori, architetti, urbanisti, funzionari della città e pubblico in genere, non c’è niente come un modello in scala della città per acquisire nuove conoscenze di tale ambiente. Con la stampa in 3D, aggiungiamo una capacità di prototipazione rapida. Siamo in grado di modificare edifici o interi isolati della città per esplorare le opzioni di progettazione e per mantenere il modello aggiornato. L’aggiunta di strati di visualizzazioni di dati ci dà ancora più potere di capire e visualizzare il modo in cui i nuovi edifici e le infrastrutture avranno un impatto sul paesaggio urbano e le persone che vi vivono e lavorano.

[Per me tutto questo è affascinante da morire :) ]